lunedì 30 giugno 2014

Scelte di vita (La mitomane, atto VI)

MITOMANE: Ti volevo fare una domanda. Secondo te è meglio vivere a Milano o a Roma?
IO: ? (Evviva le domande intelligenti) Non lo so. Bisognerebbe aver vissuto in entrambe per poterlo dire. Certo, Roma è molto più bella.
MITOMANE: Sì ma magari Roma ha un ambiente culturale chiuso.
IO: Boh, non saprei, ma non credo che userei questo criterio per scegliere!
MITOMANE: Non credi che sia una città dove è più difficile arrivare in certi contesti?
IO: Che significa?
MITOMANE: Che Milano è più cosmopolita e che può capitare di conoscere e parlare con delle personalità più facilmente.
IO: Non saprei, io a Milano ho parlato solo con un'amica e un paio di persone al Conchetta.
MITOMANE: A Roma è difficile entrare in contatto con i circoli letterari.
IO: Mmm può darsi. Ma sai, mi limito a leggere ogni tanto un libro, non è che mi interessi avere a che fare con chi li scrive. Anche perché di solito sono autori morti da qualche decennio quindi anzi, preferisco decisamente non avere a che fare con loro.
MITOMANE: Sì, però è un peccato che sia quasi impossibile arrivare a conoscere gli intellettuali, a poterci parlare.
IO: Ma ci tieni particolarmente a parlare con gli intellettuali?
MITOMANE: No ... però è brutto che sia una possibilità chiusa.
IO: Scusa, ma chi vuoi conoscere? 
MITOMANE: Ma nooo, nessunoooo.

E soprattutto ... ma chi te s'encula?

Nessun commento:

Posta un commento

Tutti i commenti sono moderati. Se state per raccontare una vostra scena da una biblioteca, sappiate che i nomi di luoghi e persone verranno modificati.