giovedì 23 maggio 2013

Lui chi è (La mitomane, atto IV)


Lapazza ha sempre sostenuto che il fidanzato virtuale della mitomane in realtà esistesse. Provò con diverse domande a stanarla ma lei erigeva ogni volta un invalicabile muro di gomma. Le ipotesi via via in campo furono quella del mafioso pentito e sotto protezione, oppure del carcerato eccellente o anche quella del malato psichiatrico. L'ipotesi del matto poteva rendere spiegabile l'incoerenza degli indizi ma era un po' banalotta. Ci concentrammo su quella del pentito che, nel corso di una delle tante piccole confidenze che si facevano, venne prudentemente azzardata da Lapazza; la mitomane, pur non ammettendola esplicitamente, fece in modo che Lapazza sposasse questa teoria.

Siamo rimasti a lungo nel dubbio di chi potesse essere il nostro uomo finché un giorno ripensai ad una “casuale” conversazione che avevamo avuto tempo addietro e che mi era rimasta nelle orecchie. 
Già proprio lui … Squillo di trombe! L'innamorato della mitomane è …ROBERTO SAVIANO!!!

Certo, questo fa della nostra utente una mitomane di un tipo assai particolare. Lei non cerca affatto di convincere gli altri di tutte le sue assurde verità … Lo fa con sé stessa. É vero, sostiene di avere una storia d'amore che non c'è ma una parte di lei che non ha ancora mollato gli ormeggi le impedisce di aprir bocca e dire che ha una storia d'amore con Saviano. Ma non c'è dubbio che di lui si tratti perché, da quando mi venne in mente questa ipotesi, verifichiamo puntualmente che tutte le allusioni od ammissioni o mezze verità sull'amor suo corrispondono senza ombra di dubbio a quel che Saviano dice o fa.

Nessun commento:

Posta un commento

Tutti i commenti sono moderati. Se state per raccontare una vostra scena da una biblioteca, sappiate che i nomi di luoghi e persone verranno modificati.