martedì 8 maggio 2012

Platino


Platino bazzica occasionalmente in biblioteca da molto tempo. Solitamente simpatica e dotata di una logorrea da primato abbinata ad una vocetta esile ma decisa, non ha mai dato segni di squilibrio. A parte il colore dei capelli (come da titolo) eccezionalmente inadeguato al colorito olivastro della sua pelle. Recentemente ci ha però costretti ad affrontare il serio problema delle graffette sulle carte d'identità.

IO: … eccoti il libro. Il prestito è fino a domattina e tratteniamo la carta d'identità. Se mi vuoi mettere una firma sulla ricevuta poi le conservo insieme …
PLATINO: Sì ma non metterci la graffetta alla carta d'identità!
IO: [con la graffetta in mano] In che senso scusa?
PLATINO: Lo dico sempre anche ai tuoi colleghi, non metterci la graffetta sennò la carta d'identità si sciupa!
IO: [con sdegno] Mastai scherzando?
PLATINO: Assolutamente! L'involucro di plastica è nuovo, non è per i soldi ma poi si sciupasaièunaseccatura blablabla.
IO: (un'altra mattabasta … )
PLATINO: [voltandosi indietro mentre se ne va] Mi raccomando eh!

Io ho vilmente lasciato la carta d'identità sul tavolo e la mattina dopo un collega ci ha messo la graffetta per tenerla con la ricevuta.


Aggiungo anche l'immagine visti i molti nomi che questo oggetto ha in Italia.

Quando lei è venuta a riconsegnare il volume, mentre le restituivano la carta d'identità, agli attoniti bibliotecari presenti ha detto
PLATINO: No, però non va bene, io avevo detto di non mettercela la graffetta, eccoc'è rimasto il segno sulla plastica! L'avevo pagata 50 centesimi! Non è per i soldi ma noncapiscochebisognocisiadellagraffetta blablabla.

2 commenti:

  1. No, scusa, ma è normale trattenere la carta di identità? che poi stavì sia pazza è evidente... Ma non basterebbe una fotocopia della carta di identità?

    emì

    RispondiElimina
  2. Trattenere l'originale serve a convincere l'utente a restituire il libro.
    Sul fatto che sia normale non saprei. Qualcuno borbotta che non è nemmeno legale, non so, non ho verificato. Diciamo che se è illegale lo è a vantaggio dell'utente il quale in questo modo può portare a casa del materiale che altrimenti potrebbe solo fotocopiare in loco.

    RispondiElimina

Tutti i commenti sono moderati. Se state per raccontare una vostra scena da una biblioteca, sappiate che i nomi di luoghi e persone verranno modificati.