domenica 13 maggio 2012

Lo sbuffo animale (L'eletto, atto IX)


LAPAZZA: Ieri mi sono incazzata. Bruno fa una cosa schifosissima.
IO: Cioè?
LAPAZZA: Si mette due dita in culo e poi me le fa annusare!
IO: Abbassa la voce, sei matta? Ma che schifoooo. Ommadonna.
LAPAZZA: E poi dice che è lo sbuffo animale.
IO: Ahahah è un genio. Ma te stai anche lì ad annusarle?
LAPAZZA: Ma no, me lo fa all'improvviso.
IO: Cioè … di solito mentre è con te quatto quatto si mette due dita in culo.
LAPAZZA: Mah … sì, sai magari se stiamo sdraiati, lui mette la mano dietro e io non è detto che me ne accorga.
IO: Naturale. Ma … lo fa spesso?
LAPAZZA: Sì e ogni volta mi dice “Ma perché sei contraria allo sbuffo animale?
IO: Ogni volta finisco per piangere dalla risate. Ma poi che espressione è?? “Sbuffo animale?
LAPAZZA: Ma come? Non ce l'hai presente la canzone dei CSI? Quella che dice “sbuffo animale, penetrante m'assale
IO: Ahahah penetrante in tutti i sensi! Aspetta, sì che mi ricordo, certo … è … “Memorie di una testa tagliata” mi pare.
LAPAZZA: Bravo!
IO: Ma cosa c'entra?
LAPAZZA: Bo?


Nessun commento:

Posta un commento

Tutti i commenti sono moderati. Se state per raccontare una vostra scena da una biblioteca, sappiate che i nomi di luoghi e persone verranno modificati.