sabato 21 aprile 2012

Ars amandi (L'eletto, atto VII)


LAPAZZA: Non ti puoi immaginare cosa m'ha detto Bruno.
IO: Cosa?
LAPAZZA: Era un po' che mi diceva d'avere un segreto
IO: Come dire che le cose che ti ha raccontato finora sono orgogliosamente rivendicabili.
LAPAZZA:e ieri me l'ha confessato!
IO: Ho paura.
LAPAZZA: In pratica una volta è andato a trovarlo il suo amico ciccione. Il punkettone obeso che ti avevo detto. Quello della bottiglia dell'olio.
IO: Ah sì, quello di 150 chili?
LAPAZZA: Bruno l'ha invitato a casa dicendogli che avrebbero mangiato. Sua mamma ha preparato un sacco di cose. Finito il pranzo si sono messi comodi a chiacchierare sul lettoe dopo un po' lui se l'è fatto mettere nel culo!
IO: Nooo.
LAPAZZA: Ma dove l'ho trovato uno così?
IO: Mae te lo viene anche a raccontare?
LAPAZZA: Non ci potevo credere ...
IO:
LAPAZZA: Ma te ne rendi conto? Prima gli ha detto tutto compuntoSenti, ti posso fare un pompino?. E quello gli ha rispostoMahse ci tieni ....
IO: Ahahah.
LAPAZZA: Ma poi non hai idea, questo qui è proprio un sudicio, non si lavafa schifoE poi dopo un po' che erano sempre sul letto ha chiesto al ciccione se glielo metteva in culo.
IO: Mi pare giusto, già che c'era!
LAPAZZA: Sai, a me l'ha raccontato facendo la parte della persona aperta che non ha pregiudizi e vuol provare le cose. Solo che quello non ha sentito storie, quando Bruno s'è levato le mutande, l'ha rigirato all'improvviso, gli haaperto bene bene le chiappe, così mi ha detto lui, e gliel'ha messo nel culo a secco! Ma quasi di botto!
IO: Noooo
LAPAZZA: Dice che ha sentito un dolore cane.
IO: Ahahah.
LAPAZZA: E ora Bruno dice che il ciccione è il diavolo!

1 commento:

Tutti i commenti sono moderati. Se state per raccontare una vostra scena da una biblioteca, sappiate che i nomi di luoghi e persone verranno modificati.